Ciao ragazzi, mi stavate cercando?

Anche oggi sono qui in Parlamento Europeo, con il commissario francese Breton, per parlare della tempistica delle misure annunciate dalla Commissione e sulle quali si svolgerà una intensa e decisiva negoziazione tra capi di stato in Consiglio.
Il commissario al mercato interno ha rimarcato l’importanza che assumono i piani nazionali degli Stati membri nella spesa corretta e intelligente delle risorse disponibili e prese in prestito dalle generazioni future. Bisogna osservare e studiare attentamente le dinamiche e le negoziazioni finali sul Recovery Fund (che ho sempre votato a favore come tutti gli altri miei colleghi, sia come emendamento nella risoluzione incriminata di aprile che in quella sua specifica di maggio. Repetita iuvant 😉).
Passato questo mese infatti, dobbiamo farci trovare pronti, come sistema Italia, con un piano nazionale di investimenti, sviluppo e spesa delle risorse in maniera efficiente e mai vista prima.
Questo è il momento di mettere in campo grandi idee e grandi visioni. Non farlo significherebbe lasciare in mano agli approfittatori seriali e ai loro portavoce il destino dell’Italia e dei nostri figli.


Sin qui Conte è stato bravissimo, adesso dobbiamo pianificare investimenti green (benissimo il super ecobonus), sviluppo digitale, innovazione, protezione ambientale (ottima la proposta di Alessandro Di Battista), far ripartire le PMI e garantire accesso indiscriminato alle cure e alle medicine. Dobbiamo lanciare un piano di infrastrutture per il sud senza precedenti e cambiare passo e pensare in grande al futuro. A queste cose, ai temi e ai programmi con cui cambiare il nostro Paese, ci dobbiamo dedicare con coraggio e dedizione. Io l’ho sempre fatto e sempre lo farò. Proponendo soluzioni e controllando ogni passaggio qui a Bruxelles. Tenendovi sempre informati su tutto.

A me piacciono i temi, le soluzioni e cercare di assolvere al meglio verso i cittadini il mio ruolo politico e di europarlamentare. Capisco però che ciò che più interessa è spesso altro. Da stamane sono subissato di messaggi (vi ringrazio e vi voglio bene per il supporto ❤️) e di richieste di chiarimenti, dovuti. Innanzitutto è vero quel che è stato riportato nei giornali, ho ricevuto insieme a Rosa e Piernicola, una sospensione di un mese (ripeto un mese, non a tempo indeterminato) e la rimozione dal ruolo di responsabile nazionale degli enti locali (mi spiace perché stavo provando a mettere un campo dei metodi diversi per far pesare di più i nostri amministratori, vera anima della rappresentanza politica).

Ho detto e ribadisco che accetto il verdetto del collegio dei probiviri e non intendo fare reclamo né alcuna questione sul provvedimento. C’è un popolo che soffre e ritengo inopportuno impiegare il tempo a discutere di questioni nostre interne. Ci sarà occasione per discutere e spiegare tutto più avanti. Voglio però semplicemente rassicurare chi ha interpretato male la notizia, spiegando che non sono stato espulso e non vado da nessuna parte. Anzi da inizio luglio torno in pista ancora più carico, con rinnovata forza e determinazione e senza indietreggiare sulle battaglie che abbiamo fatto in questi anni. Per dirla in gergo calcistico è come se avessi preso 4 giornate di squalifica per essermi immolato a difesa di un compagno, e torno presto più riposato e con tanta fame di campo e di gol😉.


Vi dico chiaramente che non mollo un centimetro e ho tutte le intenzioni di essere in prima linea nel percorso di rinnovamento, assolutamente necessario, di cui ha bisogno il m5s, e che dovrà realizzarsi prima possibile con il congresso. Vi chiedo anzi di tornare ad essere comunità e di sbracciarci insieme per cambiare le cose, senza mai abbassare la guardia. Ci sono stato da quando non avevamo neanche un consigliere, ci sono oggi e ci sarò finché avrò l’ultima goccia di sangue e di energia.

Un abbraccio a tutti,
Per aspera ad Astra

https://www.facebook.com/CorraoM5S/photos/a.554345007925998/3742819925745141/?type=3&theater

Condividi